Skip to content

OLAFKORDER.NET

Blog di Olaf Korder. Pubblico qui la mia musica, video e libri preferiti per discutere!

SCARICARE GUEST ADDITIONS VIRTUALBOX


    Contents
  1. Virtualbox: da dove scaricare le Guest Additions
  2. Scaricare Windows 10 e installarlo su VirtualBox
  3. Come usare VirtualBox | Salvatore Aranzulla
  4. Come installare le guest additions con virtualbox

VirtualBox necessita spesso di Extension Pack e/o la iso delle Guest Additions per poi gestire usb ed altre periferiche. Ma da dove. Oggi vediamo come installare le Guest Additions su Virtualbox, dopo aver Senza dare nulla per scontato, iniziamo a scaricare Virtualbox e. Virtualbox è un software che serve per l'esecuzione di macchine virtuali open source. Quest'ultimo termine significa che è un software dove gli. Completata questa operazione, avvia il file appena scaricato: se ti trovi su Windows, . Installare le Guest Additions è davvero semplice: per prima cosa, avvia la. Dopo aver installato il sistema operativo in VirtualBox, è raccomandato installare i Guest Additions. Sono driver da installare nella macchina.

Nome: re guest additions virtualbox
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file:48.61 MB

SCARICARE GUEST ADDITIONS VIRTUALBOX

Esso è disponibile al seguente indirizzo: Virtualbox Downloads. L'extension pack è disponibile con licenza PUEL gratuita per uso personale. Per installare l'extension pack scaricato avviare VirtualBox, cliccare su preferenze e sul lato sinistro selezionare estensioni.

Sul lato destro cliccare sull'icona aggiungi estensione ed aprire la cartella che contiene il pacchetto scaricato. La macchina virtuale a questo punto dovrebbe avviarsi. L'uso della rete NAT è il metodo più semplice e quello predefinito per le nuove macchine virtuali. Per usare le modalità host-only e internal network è necessario caricare il modulo del kernel vboxnetadp.

Il manuale di VirtualBox copre le varie opzioni disponibili per questi due tipi di reti. Queste non verranno trattate dato che per come sono fatte sono in gran parte indipendenti dall'OS.

Avviare la macchina virtuale e configurare la rete normalmente; ad es. Guest Additions Le Guest Additions permettono di condividere le cartelle, migliorare il supporto all'accelerazione grafica e abilitare gli appunti clipboard bidirezionali tra macchina guest e host. Un'altra caratteristica è l'integrazione del mouse che evita di doverlo rilasciare ogni volta che lo si usa nell' OS guest. Questo monterà l'immagine iso e Windows lancerà l'installer delle Guest Addition automaticamente.

A questo punto seguire le istruzioni fino a completare l'installazione.

Virtualbox: da dove scaricare le Guest Additions

Se si hanno le Guest Additions installate per una macchina virtuale e si vuole installarle per un'altra non è necessario scaricare di nuovo il file. VirtualBox dove è situata l'immagine.

Tastiera e mouse tra host e guest Per catturare il mouse e la tastiera cliccare con il mouse all'interno della finestra della macchina virtuale. Per disattivare la cattura premere il tasto Ctrl destro. Per avere l'integrazione del mouse automatica tra host e guest installare le Guest Additions sulla macchina guest.

Quando si genera il file xorg. Prima di tutto è necessario avere una macchina HOST il computer ospitante abbastanza potente da poter eseguire il numero di macchine virtuali che vogliamo creare ed utilizzare contemporaneamente.

Questo è possibile tramite i repository del sistema in uso o tramite i link per il download ufficiali forniti da Oracle. Fare riferimento alle istruzioni presenti sul sito ufficiale per la configurazione del sistema di installazione o per scaricare la versione adatta al proprio computer. Le immagini esplicative utilizzate in questo tutorial sono, naturalmente, generate su un sistema Linux con distribuzione KDE Neon.

Abbiamo tutto a disposizione per iniziare ad installare la nostra distribuzione. Personalmente ho deciso di creare, prima di tutto, una installazione pulita ed aggiornata. Questa servirà come base di partenza e conterrà il solo sistema operativo di base e personalizzato.

Scaricare Windows 10 e installarlo su VirtualBox

In questa schermata vediamo in alto un menu ad icone e, subito sotto, una colonna attualmente vuota sulla sinistra e, al suo fianco, uno spazio nel quale, una volta configurata la prima macchina virtuale, verranno visualizzate le impostazioni relative al sistema virtuale creato. La prima cosa da fare sarà quindi clikkare sul tasto Nuova per iniziare il processo di configurazione.

Nelle immagini seguenti si potranno seguire, passo dopo passo, tutte le indicazioni che ci porteranno ad avere il nostro sistema funzionante. Diamo un nome alla macchina virtuale. In questo modo il PC virtuale si imposterà automaticamente con le giuste caratteristiche alle quali noi possiamo fare delle piccole modifiche. In questa schermata possiamo assegnare la quantità di memoria necessaria al funzionamento della nostro sistema operativo.

Possiamo lasciare la dimensione consigliata di Mb oppure ridurla a Mb come ho fatto io.

Come usare VirtualBox | Salvatore Aranzulla

In qualsiasi momento sarà possibile decidere di modificare la quantità di memoria. Prima di avviare la vm per la prima volta è necessario personalizzare alcune impostazioni.

Ti suggerisco di inserire anche un codice numerico come indicante la data-mese-giorno di aggiornamento o personalizzazione dei software contenuti. Personalizza il nome della VM indicandone uno che ti permetta di identificarla univocamente.

Facciamo clic su Scegli un file di disco ottico virtuale ed inseriamo nel lettore virtuale l'immagine ISO, terminando le configurazioni premendo sul tasto OK. Ora possiamo avviare la macchina virtuale selezionandola nell'interfaccia di VirtualBox e utilizzando il tasto Avvia in alto.

Come installare le guest additions con virtualbox

L'installazione del sistema operativo partirà automaticamente ed è del tutto simile a quella ottenibile se installassimo il sistema su un PC reale ottimo per fare gli screeenshot di questa fase. Accesso alle cartelle del PC reale e condivisione appunti Una volta dentro la macchina virtuale installiamo le Guest Additions, dei file in grado di aumentare il livello d'integrazione tra la macchina virtuale e la macchina reale. Il disco virtuale si avvierà automaticamente e, in base al sistema in uso, installerà dei file di sistema aggiuntivi; al termine riavviamo la macchina virtuale per rendere effettive le modifiche.

Ora possiamo condividere gli appunti oppure trascinare file o cartelle tra il PC reale e la macchina virtuale selezionando il menu in alto Dispositivi e utilizzando le voci Appunti condivisi e Trascinamento e rilascio.

Facciamo clic sull'icona a forma di cartella e più in alto a destra per aggiungere delle cartelle da visualizzare nella macchina virtuale. Le cartelle saranno visibili nel sistema come risorse di rete.

Come utilizzare gli snapshot Vogliamo fare dei test pericolosi sulla macchina virtuale?